5 agosto 2010

L'oggetto del desiderio

   Ne ho una voglia pazzesca.  Sono proprio un animale, lo so, ma quando mi capita non riesco a pensare ad altro. In fondo, non credo sia una cosa così anormale.  Abito nei quartieri alti, con una famiglia in vista, sempre molto attenta all’etichetta. Sono costretta a defilarmi di nascosto, alla ricerca di qualcosa che mi possa appagare: loro non approverebbero.
   Sto vagando per la città, presa dalla bramosia. Poi una folgorazione: mi dirigo verso il parco. Sicuramente in quel posto, molto frequentato, potrò trovare ciò che cerco.  Qualcosa attira la mia attenzione. Dietro ad un cespuglio, nascosto dalla visuale, c’è qualcosa.  Mi avvicino con circospezione.
   E’ lui, un bell’esemplare maschile, con uno sguardo profondo come la notte. Appena mi vede, cerca di nascondere alla mia visuale qualcosa. Il mio sguardo dichiara senza possibili dubbi ciò che vorrei, ma non sembra intenzionato ad accontentarmi.
   Lo so, è una cosa sua.
   Mi basterebbe potermi avvicinare ed inebriarmi con quel suo profumo tutto particolare. Forse non resisterei all’istinto di tirare fuori la lingua per gustarne il sapore. Una cosa unica e ogni volta diversa.
   Lui mi guarda.
   La mia espressione si addolcisce, mentre gli indirizzo un’occhiata maliziosa. Ma è titubante. Io chiedo solo d’essere partecipe del suo godimento, per poco, qualche istante, ben sapendo che è una cosa sua, che non mi appartiene. Mi muovo adagio verso di lui. Istintivamente si irrigidisce. Ma solo per un attimo. Poi, con uno sguardo dolcissimo, mi lascia fare.
   E’ davvero un cane adorabile, a lasciarmi gustare per un po’ il suo osso. Lo rosicchio con voluttà poi, soddisfatto il mio atavico istinto, lo saluto con una leccatina sul muso e mi allontano.
   I padroni non tarderanno a notare l’assenza della loro cagnolina con pedigree.

fine

Susanna

3 commenti:

Guard. del Faro ha detto...

http://nel-faro.blogspot.com/2010/08/arrivederci-settembre.html

tentare, nuoce ha detto...

Non fine ma continua, gran birbante signora Susanna.

A proposito di Haiku mando questo aggancio ben scritto mentre l’emozione della scoperta te la lascio a te http://www.silloge.it/haiku/haiku_componi.htm

E un paio di cose che scrissi e un saluto.

Un rumore di amanti
E le farfalle
Godono il loro spillo.

Figura d’aria
Quando pennello ed acqua
Non suonano più

Tomaso ha detto...

Pensare che mi era sfuggito questo bel tuo racconto!!! la tua fantasia di scrittrice non ha veramente limiti...
Buon inizio della settimana cara amica,
Tomaso

Related Posts with Thumbnails